We are apologize for the inconvenience but you need to download
more modern browser in order to be able to browse our page

Download Safari
Download Safari
Download Chrome
Download Chrome
Download Firefox
Download Firefox
Download IE 10+
Download IE 10+

100 giorni e il Regolamento Europeo Protezione Dati 679/2016 diventa cogente

mancano 100 giorni al gdpr

Il 25 maggio il GDPR diventa cogente!

Ecco il General Data Protection Regulation esposto in 10 punti:

1) LO SCENARIO

Il volume delle informazioni digitali è in costante crescita. Tra 3 anni crescerà di 10 volte
Le sfide della Trasformazione Digitale sono Information Security e Privacy
Bisogna adottare strategie per tutelare sicurezza e riservatezza del patrimonio informativo

2) LA NORMATIVA

Il GDPR impone ed evidenzia la necessità di definire compiti e figure
Le misure di protezione riducono sensibilmente i rischi dell’impresa
Il GDPR è incentrato su doveri e responsabilizzazione del titolare del trattamento
Il GDPR si sviluppa su processi, attività, misure tecniche, misure organizzative e obblighi
Il GDPR è stato approvato il 14 aprile 2016. La mancata osservazione prevede PESANTI SANZIONI

3) L’ APPLICAZIONE

Il GDPR è cogente dal  Maggio 2018 e viene applicato, senza alcuna norma statale di recepimento, automaticamente in ogni Stato UE
Ogni Titolare del Trattamento al fine della conformità deve dimostrare di aver:
1- informato il proprio personale
2- designato uno o più soggetti come Rappresentanti del trattamento
3- creato il registro
4- revisionato il proprio sistema di gestione privacy
5- vigilato sulla puntuale osservanza della normativa

4) LE INFORMATIVE

Prima di utilizzare dati personali la persona interessata deve essere informata.
Le informative devono essere complete, chiare e comprensibili

5) LE PAROLE NUOVE DEL GDPR

Gestione Documentale con Atti e Registro regolarmente aggiornati per i requisiti di conformità

Accountability (Rendicontazione + Responsabilità) per:
– conservare la documentazione dei trattamenti effettuati
– prevedere meccanismi di protezione dei dati.

By Design: osservare la normativa dalla progettazione delle attività e per l’intero ciclo di vita

By Default: fornire garanzie procedurali su esattezza, riservatezza, integrità, sicurezza fisica e cancellazione

DPO: nomina obbligatoria del Data Privacy Officer o supervisore per la protezione dei dati.
Il Data Privacy Officer come soggetto referente del Garante e opera con autonomia e competenze professionali informatiche, analisi dei processi e legislative

6) LA RACCOLTA RISCHI: occorre effettuare una valutazione degli Impatti Privacy sia nel processo aziendale che negli applicativi informatici

7) LE VIOLAZIONI (Data Breach) : Obbligo notifica all’Autorità di controllo e al diretto interessato entro 72 ore  e senza ritardo ingiustificato

8) LE SANZIONI

Diventano più pesanti
– Fino a 20.000.000€ per i privati e le imprese non facenti parte di gruppi
– Fino al 4% del fatturato complessivo consolidato

9) COME ORGANIZZARSI?

  • Audit dedicati
  • Formazione al personale
  • Privacy Impact Assessment

10) COSA OTTENERE?

Una corretta gestione documentale finalizzata alla compliance privacy:
–           Organigramma
–           Censimento
–           Nomine
–           Registri dei Trattamenti
–           Raccolta Rischi

Approfondisci in questo video https://goo.gl/CYVrNt

2 Commenti su “100 giorni e il Regolamento Europeo Protezione Dati 679/2016 diventa cogente”

  1. Essere aggiornati sulle ultime normative é diventato un obbligo anche per le materie inerenti al web. Un tempo forse trascurate per incompetenza e per incomprensione é ammirevole come sei sempre attuale e professionale nel rendere i siti che proponi in linea con le norme internazionali. Un servizio che molti non offrono ed una garanzia per chi ha creduto nel web affidando il proprio business. Complimenti.

  2. Un articolo davvero utile, una spiegazione estremamente chiara su un tema di attualità. Complimenti, questo articolo può restare un punto di riferimento per chiunque abbia dubbi riguardanti la tematica in oggetto.

Se vuoi commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.
*