We are apologize for the inconvenience but you need to download
more modern browser in order to be able to browse our page

Download Safari
Download Safari
Download Chrome
Download Chrome
Download Firefox
Download Firefox
Download IE 10+
Download IE 10+

Arte Equestre per Beneficenza

l'arte equestre per la beneficenza

I valori equestri uniti al divertimento ed all’impegno sociale

Sabato 3 ottobre 2015 è stato presentato la spettacolo di Arte Equestre fortemente voluto da Salvatore Melilli e la moglie Manuela, ideato e realizzato con la collaborazione di Carmine Falabella, noto istruttore equestre ed addestratore alta scuola.

Una serata benefica che Studio Emme di Salvatore Melilli ha voluto dedicare all’AIL di Padova, di cui a breve ricorre il 40° anniversario della costituzione, per sensibilizzare le persone e raccogliere contributi a favore della loro preziosa attività di ricerca, ma anche e soprattutto di assistenza e di accoglienza dei piccoli pazienti e dei loro familiari.

Secondo Salvatore Melilli :” ..non abbiamo la pretesa di voler insegnare o di far conoscere metodi di addestramento o esibizioni che certamente altri meglio di noi possono fare, ma con l’aiuto dei professionisti che ci affiancano tentiamo di trasmettere un messaggio di maggior consapevolezza e di una crescente sensibilità verso i cavalli e dei nostri amici animali, per una maggiore comprensione reciproca ed un nuovo rapporto con loro. ”

Poi il responsabile di Studio Emme ha voluto lanciare un messaggio di ammirazione nei confronti del cavallo:” .. questo animale fantastico, da sempre ha fatto parte e farà ancora parte delle nostre vite e dei nostri sogni. Per millenni, volenteroso e paziente è stato al servizio dell’uomo. Lo abbiamo cavalcato, guidato, usato per trainare carichi pesanti e per arare i nostri campi. Con lui abbiamo combattuto battaglie conquistato imperi sulla sua groppa, e più di qualche volta è stato anche nostra fonte di sostentamento. Forte, eppure disponibile, ci rende partecipi della sua vita, fiducioso, conta sulla nostra guida e ci permette di fargli capire cosa fare. Eliminando sempre più violenza e costrizioni, i cavalli diventano inseparabili amici in grado anche di capire i nostri più profondi malesseri. Giorno per giorno dobbiamo imparare a comunicare con loro, capire la loro sensibilità ed il loro linguaggio.

Imparare ed apprezzare tutto quello che possiamo su di loro è un nostro impegno, per cercare di capirli, trattarli con dolcezza e creare un binomio indissolubile, cavallo e cavaliere. Con calma, pazienza e ricompensa si impara ogni giorno; cavallo e uomo imparano l’uno con l’altro, e l’uno dall’altro.”

Lo spettacolo equestre effettivamente ha permesso al pubblico di apprezzare come i cavalli obbediscono ai più leggeri movimenti delle mani e del corpo del cavaliere, per compiere le evoluzioni più eleganti e leggere al ritmo della musica.

Durante la serata sono stati diversi gli interventi.

Il primo da parte dei responsabili di AIL Padova: Riccardo Casotto e Laura Zuccherini che dopo aver ringraziato il folto pubblico presente all’iniziativa ci hanno voluto ricordare che : “.. le leucemie riguardano sia i bambini che gli adulti. AIL Padova ha 12 case di accoglienza in città e da sempre collabora con la Clinica di Oncoematologia Pediatrica e l’Unità Operativa di Ematologia di Padova. Grazie al lavoro di decine di medici, infermieri,famiglie pazienti, volontari e benefattori, AIL Padova è diventata un modello sociale tra i più efficienti in Italia per l’assistenza diretta e continua dei malati. Attualmente sono attive 4 borse di studio a Padova e 1 borsa di studio a Camposampiero. AIL Padova è una vita di passione e di lavoro frenetico di tanti volontari, per il sostegno di tante fragili vite bisognose d’aiuto .. per questo vogliamo ringraziare l’impegno di Salvatore Melilli, sono anche questo iniziative che ci permettono di continuare ad operare.”

Segnaliamo che AIL Padova domenica 11 ottobre 2015 festeggia 40 anni di attività ed è lieta di invitare tutti i cittadini al suo “compleanno”!

L’evento vedrà presentata una breve carrellata dei passaggi più significativi della storia di AIL Padova negli ultimi 40 anni fino a portare tutti con un balzo nel futuro dell’Associazione.

“Sostenere l’innovazione e la ricerca per il potenziamento della rete di assistenza ai malati, è il progetto principale che AIL Padova fissa in agenda !” lo sostiene il Prof. Luigi Zanesco, Presidente AIL Padova e già Direttore del Reparto di Oncoematologia Pediatrica di Padova.

Poi è stata la volta di Christian Cecchetelli che ha presentato l’iniziativa per l’aiuto alle famiglie colpite dal recente tornado nella Riviera del Brenta con le speciali magliette “Non ci ha distrutti…ci ha uniti”

Chiunque voglia acquistare queste magliette contribuisce alla raccolta fondi aiutando concretamente le famiglie che sono state vittime della catastrofe che si abbattuta quest’estate

Questo il messaggio finale di Salvatore Melilli: ” … inviteremo e coinvolgeremo tutti coloro che vorranno partecipare a nuovi momenti che creeremo ed organizzeremo con la fantasia e la creatività di ognuno, per stare insieme, creare convivialità, magari ascoltare delle buona musica o partecipare a manifestazioni artistiche, in modo da vivere delle sensazioni piacevoli in compagnia, finalizzati a raccogliere contributi per queste associazioni. Così con il nostro piccolo contributo cercheremo anche di tentare di creare un mondo migliore per i nostri figli ed i nostri nipoti lasciando un messaggio di solidarietà.”

Restiamo in attesa di nuove e valide iniziative

 

Se vuoi commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.
*

  • ottobre: 2015
    L M M G V S D
    « Set   Gen »
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    262728293031  
  • Post Recenti