We are apologize for the inconvenience but you need to download
more modern browser in order to be able to browse our page

Download Safari
Download Safari
Download Chrome
Download Chrome
Download Firefox
Download Firefox
Download IE 10+
Download IE 10+

ChatSim arriva a Cuba e porta WhatsApp prima di Google

chatt app mobile services

ChatSim è il primo Operatore Mobile al mondo a portare nell’isola di Castro la libertà di comunicare con WhatsApp e tutte le altre App di Instant Messaging

Dopo la storica visita del Presidente degli Stati Uniti d’America Barack Obama avvenuta a fine marzo, ChatSim – primo “Instant Messaging Mobile Operator” del mondo- si è attivato per portare nell’isola di Castro la libertà di comunicare con WhatsApp (la ChatApp più utilizzata a Cuba insieme ad Imo) e con le altre App di Chat prima dell’arrivo di Google (prospettato dallo stesso Obama nel suo discorso ufficiale a Cuba).

Nata come prima SIM al mondo in grado di far chattare gratis e senza limiti, anche in assenza di Wi-Fi, con le App di Instant Messaging (WhatsApp, Messenger, WeChat, Telegram, Facebook e tante altre App disponibili per Smartphone e Tablet), ChatSim permette di inviare illimitati messaggi di testo ed emoji in tutto il mondo, di condividere foto e video e di rimanere in contatto con amici e familiari mentre si è in viaggio (http://www.chatsim.com).

Nella conferenza stampa all’Avana il Presidente USA – parlando della revoca delle sanzioni – ha annunciato il suo impegno di voler portare a Cuba l’accesso al web e i vari servizi legati alla comunicazione social.  Un impegno prontamente raccolto dal vicentino Manuel Zanella di ChatSim.

ChatSim è infatti il Primo Operatore Mobile al mondo a portare a Cuba la libertà di comunicare con le App di Chat. Una libertà fortemente osteggiata dal regime cubano, acerrimo nemico di internet e di ogni strumento di comunicazione in grado di “connettere” i cubani col resto del mondo. All’Avana esistono 8 punti ‘hot-spot’ dove la gente si accalca per poter accedere anche solo pochi minuti alla rete Wi-Fi. I costi di connessione solo altissimi: una scheda costa più di due dollari l’ora, che a Cuba equivale allo stipendio medio di due giorni di lavoro.
“A Cuba, il cambiamento passa anche attraverso la libertà di poter accedere facilmente ad internet – osserva Manuel Zanella, inventore di ChatSim – Un accesso alla rete oggi costosissimo e fortemente limitato dal governo cubano. Il Presidente Obama ha promesso di voler aiutare Cuba ad andare sul web anche grazie ad un accordo tra Google e le autorità dell’Avana per sviluppare il Wi-Fi e la banda larga. Come operatore nel settore Mobile e della comunicazione, ho pensato di attivarmi per portare sull’isola servizi di comunicazione accessibili e a basso costo, come quelli offerti da ChatSim”, spiega Zanella.

Di questi servizi easy e lowcost si sono ben accorti i cubani che, sempre più numerosi, stanno acquistando online la SIM card nata per chattare.

“Le richieste di ChatSim da parte dei cittadini cubani sono in crescita esponenziale – conferma Zanella, che snocciola dati eloquenti al riguardo – A Cuba abbiamo già più di 25mila utenti, ma la crescita è di 10mila new clients al mese. Puntiamo al milione di consumatori entro il 2017”, rivela soddisfatto l’inventore di ChatSim.
In questo momento a Cuba l’offerta di ChatSim non è illimitata, avendo una soglia di 5 MB dovuta agli elevati costi di roaming. “Stiamo però lavorando con i nostri partner per migliorare l’offerta”, tiene a precisare il CEO di ChatSim. Un’offerta che, già allo stato attuale, risulta comunque molto vantaggiosa per i cubani, grazie ad un accordo di distribuzione stipulato tra ChatSim e la società di telecomunicazioni Dime Cuba.

A Cuba ChatSim comporta una serie di vantaggi che la rendono uno strumento di comunicazione eccellente. Grazie a ChatSim, è infatti possibile connettersi alla rete in qualunque zona dell’isola, anche in assenza di Wi-Fi.

ChatSim è molto economica.Al primo acquisto costa 29,9 dollari con invio gratuito di sms ed emoji a tutti gli Stati Uniti e agli altri Paesi del mondo (attualmente a Cuba per un’ora di accesso alla rete Wi-Fi si spendono circa 2,5 dollari e per ogni invio di sms internazionali 0,60 dollari).

Se vuoi commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.
*

  • aprile: 2016
    L M M G V S D
    « Feb   Mag »
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    252627282930  
  • Post Recenti