We are apologize for the inconvenience but you need to download
more modern browser in order to be able to browse our page

Download Safari
Download Safari
Download Chrome
Download Chrome
Download Firefox
Download Firefox
Download IE 10+
Download IE 10+

ODR è Online la Risoluzione delle Controversie

ODR Online Dispute Resolution Risoluzione Online delle Controversie
E-Commerce in Europa? La risoluzione delle controversie ora è in rete e il link alla piattaforma è obbligatorio per tutte le attività on-line che si rivolgono verso consumatori residenti in Unione Europea

Sarà capitato anche a voi di incorrere in qualche “contrattempo” effettuando acquisti on-line .. cosa che può capitare anche negli acquisti che facciamo quotidianamente presso i negozi “di fiducia”

Da ieri la Commissione europea ha attivato una piattaforma dedicata per venire incontro alle esigenze di chiarimento e sopratutto a risolvere le controversie sia dei consumatori che dei commercianti derivanti da acquisti online.

Il legislatore ha previsto che ogni attività che svolge commercio elettronico  quindi shop online e booking online debba informare i consumatori in merito all’esistenza di questa piattaforma: l’informazione e il link con la piattaforma dovrà essere inserita sia all’interno del sito che nelle condizioni generali.

La piattaforma ODR (Online Dispute Resolution) sostanzialmente è  un sito interattivo a disposizione di tutti i consumatori e professionisti che vogliono risolvere le loro controversie in modo extragiudiziale. La piattaforma può essere sfruttata esclusivamente per controversie che nascono da contratti di vendita di prodotti o servizi online.

Vĕra Jourová, Commissaria per la Giustizia, i consumatori e la parità di genere, ha dichiarato: “La maggior parte dei consumatori che incontrano problemi con gli acquisti online non presentano un reclamo perché considerano la procedura troppo lunga e poco efficace. La piattaforma per la risoluzione online delle controversie è uno strumento innovativo che farà risparmiare tempo sia ai consumatori che ai commercianti. Consentirà di accrescere la fiducia dei consumatori che fanno acquisti online e di sostenere le imprese che vendono all’estero, a tutto vantaggio del mercato unico digitale dell’UE”.

Ecco le principali caratteristiche della piattaforma:

–  facile da usare e multipiattaforma (accessibile da ogni tipo di dispositivo), per presentare un reclamo basta compilare un modulo in tre semplici step;

– offre ai consumatori /esercenti la possibilità di condurre l’intera procedura online;

–   multilingua ossia prevede un sistema di traduzione per le controversie tra soggetti di paesi europei diversi.

Attualmente sono collegati alla piattaforma 118 organismi per la risoluzione alternativa delle controversie di 17 paesi dell’UE. La procedura ADR (Alternative Dispute Resolution = Risoluzioni Alternative delle Controversie) è veloce e poco costosa.  Per risolvere un caso ci vogliono in media meno di 90 giorni. I consumatori che hanno già utilizzato questa procedura tendono ad esprimere un parere positivo e il 70% si dice soddisfatto della gestione del  reclamo. La nuova procedura rappresenta una opportunità aggiuntiva a per risolvere eventuali controversie e che non intende sostituirsi alla possibilità di adire le vie legali, comunque più lunghe e costose (è solo una percentuale del 45% quella dei consumatori sono soddisfatti dei casi trattati in tribunale).

E’ comunque da segnalare che in questo momento non sono disponibili organismi di risoluzione delle controversie per alcuni settori e nei seguenti paesi: Croazia, Germania, Lituania, Lussemburgo, Malta, Polonia, Romania, Slovenia, Spagna: come consumatore si potrebbe non avere la possibilità di utilizzare la piattaforma ODR per risolvere una controversia con commercianti di questi paesi.

D’altro canto, anche i commercianti potranno avvalersi della nuova piattaforma e trarne vantaggio; grazie alle procedure di risoluzione alternativa delle controversie, riusciranno a evitare spese processuali elevate e a mantenere buone relazioni con la clientela.

Ora BISOGNA mettere in atto tutti i cambiamenti necessari per essere conformi alla legge.  Quindi per ciascun GESTORE di SHOP e BOOKING occorre  l’inserimento di un testo esplicativo con link alla piattaforma sia all’interno del sito che nelle condizioni generali al seguente https://goo.gl/04ycni

Quindi se disponi di un sito in cui vengono fatte vendite on-line, e non ti è chiaro come procedere,  ti consigliamo di rivolgerti al nostro staff a questo link http://www.propaganda.it/contatti

Se vuoi commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.
*

  • febbraio: 2016
    L M M G V S D
    « Gen   Apr »
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    29  
  • Post Recenti

  • Categorie Articoli